Proposte Educative 2016-2017

PROPOSTE EDUCATIVE - anno 2016-2017

 

L'educazione alla mondialità si pone l’obiettivo di fornire strumenti per interpretare le dinamiche del mondo attuale a partire dall’interdipendenza di problemi tra loro apparentemente lontani. Non vuole trasmettere conoscenze precostituite, ma stimolare, attraverso l’analisi dei contesti in cui alcuni fenomeni si sviluppano e fornendo adeguate informazioni, la riflessione critica e lo sviluppo di un pensiero personale

Obiettivo generale: Promuovere la conoscenza e l’esercizio consapevole dei propri diritti per favorire la cittadinanza attiva, attraverso il protagonismo e la partecipazione giovanile, in un contesto multiculturale e globalizzato, al fine di implementare la diffusione di una cultura di pace.

Metodologia:Tutti gli incontri si svolgeranno in gruppo. Sarà utilizzato il modello A-R-A (Analisi-Riflessione-Azione), che prevede l’osservazione della realtà, la riflessione collettiva e la progettazione condivisa di azioni di cambiamento.

Al fine di stimolare la riflessione sui temi trattati, nelle singole attività, si utilizzeranno metodologie di lavoro interattive, quali: brain storming, lavoro cooperativo, giochi di ruolo, dinamiche ludico-ricreative. 

Destinatari: I percorsi si rivolgono alla scuola primaria, preferibilmente alle classi quarte e quinte, a tutte le classi della scuola secondaria di primo e di secondo grado. La partecipazione attiva del corpo insegnanti costituisce un plus-valore per una più fluida trattazione degli argomenti e per facilitare un collegamento al piano  dell’offerta formativa.

 Costi: Il contributo ai percorsi proposti è dato dalla realizzazione, da parte del gruppo coinvolto, di attività di raccolta fondi o di partecipazione concreta in iniziative promosse da NATs per… -Onlus. Tale contributo è parte integrante di ogni percorso come forma di sperimentazione concreta di protagonismo e cittadinanza attiva.

 

PERCORSI:

(Cliccando sui titoli è possibile scaricare la scheda completa del singolo percorso)

 

1. PENSO, AGISCO, DUNQUE SONO!
Il tema trattato riguarda la partecipazione e il protagonismo: la cittadinanza attiva delle giovani generazioni. L’obiettivo è quello di stimolare nei ragazzi una riflessione sul significato, e soprattutto sulla necessità, dell’essere protagonisti nel proprio contesto sociale, sperimentando e stimolando comportamenti solidali verso il prossimo.
2 incontri di 2 ore ciascuno + partecipazione all’iniziativa Social Day (vedi punto dedicato)

2. STUDIO, DUNQUE SONO!

Il tema trattato riguarda i diritti dei minori, con specifico focus sul diritto allo studio.
L’obiettivo è quello di stimolare nei ragazzi una riflessione sui diritti del Fanciullo della Convenzione ONU del 1989, creando consapevolezza rispetto all’opportunità che l’istruzione offre per essere protagonisti della propria vita e cittadini attivi.
2 incontri di 2 ore ciascuno + attività di cittadinanza attiva a sostegno di un progetto di solidarietà e cooperazione dell’associazione.


3. LAVORO, DUNQUE SONO!

Il tema trattato riguarda il lavoro minorile nelle sue molteplici sfaccettature, con particolare attenzione alla realtà proposta dai movimenti dei bambini lavoratori (NATs).
L’obiettivo è quello di stimolare nei ragazzi una riflessione critica sul fenomeno del lavoro minorile:cause dell’esistenza e distinzione tra lavoro degno e lavoro sfruttato.
2 incontri di 2 ore ciascuno + attività di cittadinanza attiva a sostegno di un progetto di solidarietà e cooperazione dell’associazione.

4. SOCIAL DAY

È un’azione concreta di volontariato e partecipazione all’interno della propria comunità.
L’obiettivo è di promuovere la cittadinanza attiva e lo scambio intergenerazionale coinvolgendo il territorio, per sostenere progetti di solidarietà nazionale ed internazionale.
http://socialday.org/

Una mattinata di volontariato nella data stabilita a livello nazionale (APRILE 2017).

5. 20 NOVEMBRE: STORIE INTORNO AL MONDO IN CERCA DEI DIRITTI
Il tema trattato riguarda i diritti dei minori con focus sulla Convenzione ONU del 1989 sui Diritti del Fanciullo. L’obiettivo è quello di valorizzare la giornata del 20 novembre per creare consapevolezza rispetto al significato di diritto e stimolare un pensiero critico sull’opportunità che i diritti della Convenzione offrono e sul loro effettivo esercizio nel mondo.
2 incontri di 2 ore ciascuno + attività conclusiva di cittadinanza attiva e di sensibilizzazione pensata con i ragazzi (incontro pubblico, iniziativa di raccolta fondi, concerto, spettacolo...)


6. 25 DICEMBRE E INTERCULTURA – NUOVA!

Il tema trattato riguarda il Natale come giorno di festa ricco di commistioni culturali e religiose diverse, e l’interculturalità come opportunità di confronto e arricchimento.
L’obiettivo è quello di scoprire le origini della Festa del Natale e valorizzare la giornata del 25 dicembre come occasione di incontro tra culture diverse, offrendo spunti di riflessione e favorendo una prospettiva conoscitiva ed interpretativa più aperta e critica, riconoscendo la parzialità delproprio punto di vista.
2 incontri di 2 ore + attività di cittadinanza attiva a sostegno di un progetto di solidarietà e cooperazione dell’associazione.


7. I DIRITTI NEL MONDO, UNIVERSALI? – NUOVA!

Il tema trattato riguarda i diritti umani con focus sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’Onu del 1948.
L’obiettivo è quello di creare consapevolezza rispetto al significato di diritto, con focus sui diritti fondamentali riconosciuti dalla Convenzione ONU del 1948, stimolando una riflessione rispetto alle opportunità che tali diritti offrono, sul loro effettivo esercizio nel mondo, e sulle diverse interpretazioni dei diritti in base alla cultura, la religione, la storia dei diversi Paesi.
2 incontri di 2 ore + attività di cittadinanza attiva a sostegno di un progetto di solidarietà e cooperazione dell’associazione.

8. DIVERSITÀ, INTERCULTURA E IDENTITÀ – NUOVA!

Il tema trattato riguarda l’interculturalità come occasione di confronto, di crescita personale e arricchimento culturale sulla base del rispetto reciproco.
L’obiettivo è quello di riflettere sulle diversità culturali come opportunità di crescita e di arricchimento, promuovendo la ricerca di soluzioni ai conflitti interculturali e favorendo il riconoscimento della parzialità del proprio punto di vista.
2 incontri di 2 ore + attività di cittadinanza attiva a sostegno di un progetto di solidarietà e cooperazione dell’associazione.

Clicca qui per scaricare il volantino con la descrizione sintetica dei percorsi.

 

Contatti:

educazione@natsper.org

cell. 334.5634614

Banchetto Informativo