Mission

A tu per tu con - Erika

Sei sicuro di conoscere il lavoro minorile in ogni sua sfumatura?

Cosa vuol dire essere un bambino lavoratore? Come ci si sente?

Si ha tempo per giocare e studiare?

Ecco la video intervista di Erika, un'adolescente lavoratrice dell'associazione Callescuela (Paraguay).

Borse di studio Piera Piasentin

Con il nostro progetto Borse di Studio Piera Piasentin sosteniamo il percorso universitario di alcuni giovani in Sudamerica.
Quest'anno le borse di studio attualmente attive sono 4:
- Carlos, in Colombia, dopo un'esperienza di studio in Cile e un tirocinio nell'ufficio del sindaco di Sardinata, sta per laurearsi in Comunicazione Sociale;
- Simón, in Colombia, aveva dovuto interrompere gli studi per la grave situazione economica della sua famiglia, ma ora ha ripreso il suo corso di laurea in Ingegneria Civile;
- María, in Paraguay, è all'ultimo anno della facoltà di Contabilità;
- Felix, in Paraguay, studia Contabilità e ama lavorare con i numeri.

Questi ragazzi, oltre ad impegnarsi negli studi, collaborano attivamente aiutando i nnats delle associazioni Fundación Creciendo Unidos e Callescuela.

Con la nostra LOTTERIA SOLIDALE raccogliamo fondi per permettere a questi giovani volenterosi ma con scarse risorse economiche di coltivare i loro talenti e realizzare il loro sogno professionale.

Acquista anche tu i biglietti (1€ l'uno), estrarremo i premi durante il nostro APERITIVO DI BENTROVATO domenica 13 settembre! Per informazioni scriveteci a comunicazione@natsper.org

MIGRARE

Tante storie, la stessa storia?

I ragazzi del liceo Angela Veronese hanno realizzato questo docufilm all'interno del progetto IMPACT VENETO; grazie a queste interviste, hanno conosciuto realtà di vita diverse da quelle conosciute, immedesimandosi ed empatizzando con chi storie di migrazione, discriminazione e i loro protagonisti.

Con i miei occhi

Testimonianza di Rebecca

Rebecca aveva voglia di fare un'esperienza di volontariato all'estero, così noi di NATs per... l'abbiamo messa in contatto con Callescuela, il nostro partner in Paraguay e a marzo 2019, zaino in spalla, è partita per conoscere la realtà dei nnats e le loro attività per la promozione della partecipazione, dell'uguaglianza sociale e del rispetto dei diritti umani.

Leggi il racconto della sua esperienza su [leggi la news]!

"Vamos compañeros, estamos aquì luchando por la vida, con garra y con ternura venceremo, la dignidad del pueblo no se vende, se defiende!!"

Progetti e solidarietà in tempi di pandemia

In un periodo così incerto qui in Italia, dal cui speriamo di essere usciti più solidali e collaborativi, non smettiamo di guardare alla situazione in Sud America:
  • In COLOMBIA, a causa della quarantena, il progetto di FCU "Sopita de Vida" aiuta a mitigare la fame delle famiglie i cui introiti derivavano dalla vendita ambulante, al momento vietata dalle restrizioni per la quarantena.
  • In GUATEMALA è stato imposto il coprifuoco ma i rifugi per i ragazzi di strada sono insufficienti per proteggere dal contagio. MoJoCa continua a provvedere ai ragazzi consegnando pasti e beni di prima necessità.
  • In PARAGUAY le scuole sono chiuse, il che non inficia solo nelle attività didattiche ma anche nella consegna giornaliera dei pasti per i bambini. Per ovviare alla mancanza di cibo, grazie alle donazioni Callescuela organizza delle "ollas populares", delle grandi pentole per sfamare i bambini di ogni quartiere.
  • In BOLIVIA, nonostante i centri infantili siano stati chiusi, i bambini sono stati seguiti a domicilio da un'educatrice; inoltre i genitori hanno potuto continuare la loro formazione grazie alle piattaforme online. Sono state anche effettuate delle consegne di beni di prima necessità alle famiglie beneficiarie del progetto "Crescere in Comunità".
  • In VENEZUELA, grazie al progetto "Siembra Venezuela", nelle zone rurali le famiglie erano più autosufficienti dal punto di vista alimentare; tuttavia in città la situazione è critica, siamo riusciti ad aiutare alcune famiglie attraverso la raccolta fondi di fine aprile.

CLICCA QUI per leggere l'articolo completo!

Con i miei occhi

Testimonianza di Sara

Sara Bertuol è una studentessa di Pedagogia dell'Università degli Studi di Padova che per il progetto di ricerca della sua tesi ha svolto un periodo di volontariato presso la Fundación Creciendo Unidos a Bogotá, Colombia. Ecco un breve estratto della sua testimonianza:
"[...] Il loro approccio sembra essere esattamente ciò che cercavo: la “Valorizzazione Critica” che sottolinea la valenza educativo-formativa del lavoro minorile e lo considera come un fattore di resilienza nella risposta alle situazioni di marginalità e povertà che i NATs si trovano ad affrontare quotidianamente.[...]"
Sostieni anche tu chi combatte lo sfruttamento attraverso opportunità di lavoro dignitoso e sicuro. Dona il tuo 5xmille a NATs per..., codice fiscale 94077150262
 
Clicca su [Leggi la news] per la testimonianza completa!

Siembra Venezuela

La parola ai protagonisti

Ricordate il progetto "Siembra Venezuela" realizzato da CORENATs Venezuela?

In tempi di pandemia la attività agricole nelle zone rurali beneficiarie del progetto non si sono fermate, garantendo così sostentamento alimentare per i NATs e le loro famiglie.

Vi lasciamo in compagnia di quattro piccoli grandi protagonisti, ricordandovi che con il vostro 5xMille alla nostra associazione ci aiuterete a realizzare altri progetti come questo!

 

GUATEMALA in tempi di pandemia

UN APPELLO DAL GUATEMALA

In nome dei valori in cui crediamo e del decennale rapporto di stima e amicizia con il Mojoca (Movimento dei ragazzi di strada - Città del Guatemala), NATs per... si unisce all'appello di 25 organizzazioni della società civile del Guatemala.

In questo paese la pandemia sta colpendo in maniera gravissima la maggior parte della popolazione che già prima viveva in condizioni difficili: la povertà diffusa rende quasi impossibile l'isolamento sociale, dal momento che le risorse primarie come acqua potabile, luce e stipendi dignitosi anche prima dell'emergenza COVID-19 erano appannaggio di pochi. Le fasce della popolazione più deboli sono, come sempre, quelle che più risentono della situazione: le donne, su cui spesso grava l'intera gestione della famiglia; le comunità maya, che vivono in condizioni durissime; i senzatetto e i rifugiati, senza sostegni e servizi; i bambini, che in mancanza di tecnologie si vedono totalmente isolati; gli anziani, molte volte costretti a lavorare o a chiedere l'elemosina in mancanza di una pensione dignitosa. Per loro la situazione è ormai insostenibile.

Condividiamo qui le parole dell'appello di un gruppo di organizzazioni, secondo le quali è necessario pensare a un Nuovo Guatemala. Il testo originariamente in spagnolo è stato tradotto dal nostro amico Gérard Lutte, fondatore del MoJoCa.

5xMille

Elenco news

Banchetto Informativo